Stampede

Country gentlewoman….Corpo in pino, finitura roasted semilucida, top in vello bovino

Manico in acero, finitura lucida poliuretanica, 22 tasti raggio 12″, retromanico “Fat Bull”, tasti medium

Pickup al manico alnico III, al ponte alnico 5, selettore a 3 posizioni, volume e tono

Ponte vintage, vibrato Bigsby licensed b50, meccaniche kluson vintage, hardware invecchiato,  possibilità di montare le corde dal retro anziche sul bigsby.

battipenna e placca controlli in alluminio incisi

Demo del “Builder”

stampede

“A stampede is an act of mass impulse among herd animals or a crowd of people in which the herd (or crowd) collectively begins running with no clear direction or purpose.”  Chi era bambino degli anni ’70 ricorderà sicuramente i soldatini in plastica della “atlantic”…. tra panzerdivisionen e battaglione san marco ce ne erano due che mi affascinavano particolarmente… una serie relativa alla battaglia di “little big horn” nella qual i cavalleggeri del settimo erano puntualmente irti di frecce indiane conficcate nelle carni e un’altra confezione denominata appunto “stampede” che conteneva tutti gli elementi per ricostruire quella che era la vita del ranch degli amati cow-boys, al giorno d’oggi oramai caduti in disgrazia con le nuove generazioni.Lo “stampede” in realtà è una “transumanza all’americana” cioè uno spostamento di bestiame da una zona di pascolo stagionale ad un’altra che nelle nostre regioni si effettua tradizionalmente da ben precise aree a ben precise altre aree… qui da noi è così… negli USA in realtà si  cazzeggia da una parte all’altra finchè c’è roba da mangiare… quand’è finita ci si sposta altrove, dove non ha poi molta importanza. Questo avevo in mente mentre cercavo un nome per questa creatura. Sarà all’americana o all’italiana ?

demo di Gabriele Cento